8 I migliori tipi di integratori per il gioco e gli e-sport

Gaming professionale del giocatore della ragazza ad una concorrenza di sport di E

I videogiochi non sono una novità. Sono in giro dal compianto 50s. In effetti, una lezione di storia molto breve per te. È stato ipotizzato che un fisico nucleare di nome William Higinbotham abbia creato il primo videogioco di 1958 chiamato "Tennis for Two" [1].

I videogiochi si sono evoluti notevolmente da allora. Sono emersi vari generi; che vanno dall'azione / avventura come Red Dead Redemption ai giochi specifici per lo sport come Madden e MLB The Show.

Proprio di recente, tuttavia, il termine "E-Sports" è stato gettato in giro. Che cosa è esattamente un "E-Sport" comunque?

Bene, uno studio dal Journal of Computers in Human Behavior lo definisce come:

"Un'area della scena di gioco in cui i giocatori di giochi per computer si specializzano in un gioco specifico, formano squadre di gioco (clan), gareggiano insieme in tornei e si incontrano alle cosiddette feste LAN (Local Area Network)." [2].

Sembra uno sport, vero? Certo, potrebbe non essere fisico come uno sport tradizionale come l'hockey o il calcio. Tuttavia, ciò non cambia il fatto che sia ancora uno sport, ovvero una competizione tra due o più individui o squadre che richiedono particolari abilità per riuscire nel compito che lo sport richiede.

Nonostante questa spiegazione, potrebbe comunque sorprendere alcune persone che le competizioni E-Sport richiedono un'immensa preparazione per giocare ad alto livello, proprio come qualsiasi altro sport. Questo include una corretta formazione, alimentazione e sì, integrazione.

Il gioco richiede tassazione delle abilità cognitive come un pesante carico di lavoro cognitivo, abilità visuospaziali che ci aiutano a percepire, riconoscere e manipolare stimoli visivi, oltre a una maggiore capacità di attenzione, tra molte altre capacità cognitive [3]. Per questo motivo, vogliamo migliorare le nostre capacità quanto più umanamente possibile al fine di darci un vantaggio rispetto alla concorrenza.

Senza ulteriori indugi, ecco una lista di integratori 8 che ti aiuteranno a ottenere quel vantaggio mentale sui tuoi concorrenti!

Correlato: il nostro elenco dei migliori integratori nootropici

8 Supplementi utili per giocatori professionisti

Caffeina

Questo è un gioco da ragazzi, e potresti averlo già preso. Ma scopriamo esattamente Perché è un'ottima scelta.

Sappiamo tutti che la caffeina ti sveglia. Questo è un dato. Tuttavia, ci sono molte altre variabili che dovremmo considerare quando testiamo gli effetti della caffeina sul cervello. In uno studio in doppio cieco, la caffeina è stata in grado di migliorare significativamente una variabile chiave nel gioco; tempo di reazione [4]. Inoltre, questo è stato mostrato solo al mg 75, che è leggermente inferiore alla quantità di caffeina contenuta in una piccola lattina 8 di Red Bull.

Un'altra variabile di cui dovremmo essere alla ricerca è memoria percettiva. Fondamentalmente, questa è la capacità di differenziare idee, concetti, modelli e individui e di essere in grado di categorizzarli [5].

Uno studio sulla caffeina ha esaminato questa variabile testando la caffeina contro il pisolino e un placebo. Quello che lo studio ha scoperto è che la caffeina è stata in grado di aumentare questo tipo di memoria con una dose di 200mg migliore rispetto ai gruppi napping e placebo. 200 mg è circa la quantità di caffeina in un colpo di energia 5-Hour [6].

Quanto prendere:

La chiave qui non è prendere troppa caffeina per evitare effetti collaterali comuni come nervosismo e ansia. Suggerirei di mantenere il consumo di caffeina sotto 200mg al massimo ogni ora 4-6.

Tuttavia, trial-and-error è il metodo migliore per scoprire la tua tolleranza, poiché la tolleranza alla caffeina è altamente individuale e può essere abbastanza imprevedibile.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di caffeina

Ginkgo Biloba

Strano nome, lo so. Nonostante il nome funky, questa roba è in realtà abbastanza affascinante in ciò che è stato in grado di fare per la memoria dei malati di Alzheimer e Demenza [7]. Sfortunatamente, però, non è stato dimostrato che abbia avuto tanto successo nel dipartimento della memoria per noi giocatori più giovani.

MA, ciò che sembra migliorare nei gruppi di età più giovani sono i livelli di pressione arteriosa e di cortisolo. Quando siamo stressati, come facciamo spesso durante i momenti di tensione negli sport, la nostra pressione sanguigna aumenta, in parte a causa di ciò che viene spesso propagandato come "l'ormone dello stress"; cortisolo.

Il cortisolo viene rilasciato dalle ghiandole surrenali durante i periodi di forte stress al fine di preparare il corpo a scenari pericolosi che possono danneggiare l'integrità del corpo.

Tuttavia, nella società moderna, questo non è tanto necessario come lo era una volta, ora che viviamo in società civilizzate che sono ben nutrite, tra molte altre ragioni sul perché non siamo quasi "primitivi" come una volta erano. Per questo motivo, l'eccesso di rilascio di cortisolo può inibire le nostre capacità di funzionare bene nell'arena dei giochi, come ad esempio compromettere la memoria e concentrarci [8].

In uno studio in doppio cieco controllato con placebo, i giovani volontari 70 sono stati sottoposti a test di stress sia fisici che mentali (esercizio statico e test di memoria rispettivamente) [9]. È stato dimostrato che quando il Ginkgo veniva somministrato, la pressione sanguigna e il cortisolo venivano drasticamente ridotti rispetto a quando non veniva somministrato ai soggetti.

Questo è molto utile per i giocatori perché se sei in grado di mantenere i livelli di stress il più bassi possibile durante una competizione, la memoria sarà notevolmente migliorata, consentendo di concentrare maggiormente le tue azioni.

Quanto prendere:

Prendi 120 mg circa 1 circa un'ora prima del tuo allenamento o competizione. Deve essere preso solo una volta al giorno e può essere assunto senza problemi tutti i giorni, anche nei giorni non competitivi per mantenere i livelli ematici stabili.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di ginkgo biloba

Olio di pesce

Probabilmente sei a conoscenza di come l'olio di pesce sia un buon complemento per la salute generale, in particolare per la salute del cuore e del colesterolo. Mentre tutto ciò è bello e dandy per il nostro benessere generale, ciò che ci interessa principalmente è la sua capacità di migliorare un altro tipo di memoria; memoria di lavoro.

La memoria di lavoro è comunemente definita memoria a breve termine. È responsabile della conservazione temporanea delle informazioni e ci consente di prendere decisioni rapide, ragionate e guidate che si riflettono nei nostri comportamenti [10].

In uno studio che ha esaminato la memoria di lavoro, ai volontari è stato somministrato 2 grammi di DHA (un tipo di olio di pesce) al giorno [11]. I ricercatori hanno usato un test verbale di memoria di lavoro che è stato validato in molti studi precedenti; associando DHA con memoria di lavoro migliorata.

In sostanza, il test richiede che i soggetti monitorino una serie di lettere su uno schermo e rispondano quando una lettera è identica a quella che l'ha preceduta una volta, due o tre fa, con intervalli di tempo variabili.

Il gruppo che ha assunto l'olio di pesce ha eseguito molto meglio questo esame nel corso dei mesi 6 rispetto al gruppo che non l'ha preso. I ricercatori di questo studio ritengono che l'olio di pesce possegga questa qualità di miglioramento cognitivo dovuto in parte ai suoi effetti anti-infiammatori.

Tuttavia, un ulteriore ragionamento sul motivo per cui l'olio di pesce funziona in questo modo deve ancora essere condotto.

Quanto prendere:

L'utilizzo di 2 grammi è un buon punto di partenza. Lo studio precedente usava 2 grammi. Ma da notare, questo era del DHA da solo, non dell'EPA.

Il DHA è uno dei due principali tipi di olio di pesce presente nella maggior parte dei supplementi. Questi sono gli Omega 3 di cui si sente comunemente parlare. Tuttavia, nello studio, dato che i soggetti usavano solo DHA, lo userei solo perché l'aggiunta di EPA non ha dimostrato di migliorare la cognizione e la memoria di lavoro nello studio.

È possibile trovare integratori di DHA in isolamento, così come i tradizionali integratori di olio di pesce DHA ed EPA nella maggior parte dei negozi di alimenti naturali e vitaminici, nonché su internet.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di olio di pesce e i migliori integratori di olio di krill

Fosfatidilserina

Prova a pronunciare questo 5 velocemente. È piuttosto un boccone. Ma sarai grato quando prenderai questo integratore, poiché è stato dimostrato che ha migliorato entrambi precisione e velocità di calcolo in meno di 2 settimane! [12]. Queste abilità hanno migliorato 13% e 20% rispettivamente rispetto al gruppo placebo. Per un supplemento, è molto tempo per testimoniare i risultati.

Indipendentemente dal genere di gioco utilizzato in competizione, sia l'accuratezza che la velocità di calcolo sono molto importanti per il successo nel mondo del gioco e dell'E-Sports. Che tu stia giocando in prima persona come Call of Duty o il nuovissimo gioco NHL, con grande precisione ti consentirà di migliorare la tua precisione di tiro o le tue abilità di tiro al polso.

Quanto prendere:

Lo studio precedente utilizzava la dose più comunemente usata di 400mg. Anche se lo dividono in due dosaggi diversi, questo non è necessario, e se lo desideri, prendi tutto in una dose.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di fosfatidilserina

Bacopa Monniera (Brahmi)

Questo supplemento, noto anche più semplicemente come brahmi, ha dimostrato di mostrare miglioramenti significativi in tasso di apprendimento, consolidamento della memoria, elaborazione delle informazioni visive, e persino ansia rispetto ad un gruppo placebo [13]. Tuttavia, si deve essere molto pazienti quando si prende questo integratore, in quanto richiede 12 settimane per assistere a questi effetti.

In parole povere, questo integratore ti aiuterà a imparare più velocemente, a memorizzare in modo più efficiente i ricordi a breve termine nei ricordi a lungo termine, a interpretare meglio le informazioni visive e persino a aiutarti a calmare l'ansia durante i periodi di stress elevato [14]. È abbastanza ovvio che tutte queste abilità ti saranno molto utili durante i periodi di intensa competizione.

Quanto prendere:

Prendi 300mg al giorno per 12 settimane. È molto importante attenersi a questo regime a lungo termine, poiché questi effetti richiedono un po 'di tempo per diventare evidenti.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di bacopa monniera

Rhodiola Rosea

Perché sembra che i migliori integratori siano quelli più difficili da pronunciare?

Ci sono due variabili importanti che questo integratore è stato in grado non solo di aiutare in modo positivo, ma entrambi lavorano a braccetto. Quelli di cui sto parlando sono qui fatica e cognizione.

Innanzitutto, parliamo di stanchezza, o dovrei dire anti-fatica per quella materia. Nell'anno 2000, i ricercatori hanno condotto uno studio interessante sulle prestazioni mentali dei giovani medici durante i turni notturni [15]. Quello che scoprirono fu che erano in grado di ridurre la fatica dei medici di una media di 20% in meno di 2 settimane, come illustrato da qualcosa chiamato Indice di fatica totale, che è una misura validata della fatica nella letteratura scientifica.

Come affermato in precedenza, questo va di pari passo con l'effetto cognitivo potenziato. A causa degli effetti anti-affaticamento della rhodiola rosea, i medici sono stati in grado di migliorare drasticamente le loro prestazioni su qualsiasi attività lavorativa a cui stavano lavorando in quel momento.

Un altro studio dimostra ulteriormente questo punto, poiché solo i giorni 5 di integrazione in cadetti militari, ancora una volta in servizio notturno, erano in grado di ridurre significativamente l'affaticamento e persino migliorare il benessere generale. Ciò ha portato i cadetti a migliorare la loro capacità di lavoro mentale rispetto al gruppo placebo [16].

Quanto prendere:

Questi studi hanno utilizzato dosaggi che vanno da 300-600mg di Rhodiola Rosea. L'uso di più di questo non è stato più efficace.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di rhodiola rosea

L-teanina

Per quelli che ti preoccupano, là fuori, ho il supplemento per te. La L-teanina è uno dei principali ingredienti attivi presenti nel tè verde, insieme alla caffeina, di cui abbiamo discusso in precedenza.

In uno studio sono stati somministrati sia un compito di attenzione visiva che un test di risposta audio. Inoltre, i soggetti hanno redatto rapporti autobiografici utilizzando uno strumento convalidato chiamato State-Trait Anxiety Inventory (STAI).

I risultati che hanno raccolto erano di diminuzione della frequenza cardiaca, migliorata prestazione di attenzione visivae migliorato il tempo di reazione, soprattutto tra quelli che hanno ottenuto un punteggio elevato nell'inventario dell'ansia [17].

Sfortunatamente, i risultati non erano così significativi quando si trattava di individui ansiosi di media bassa. Quindi non mi preoccuperei di questo integratore se non sembri soffrire di induzione da competizione o anche di una forma di disturbo d'ansia generale.

Tuttavia, per quelli che lo fanno, questo supplemento è un dio-invia. Ti permette di calmarti senza essere sedato (essendo indotto a dormire essenzialmente). Con questa maggiore calma, consente agli individui ansiolitici di migliorare quelle variabili chiave del tempo di reazione e della prestazione dell'attenzione visiva.

Quanto prendere:

200mg è la dose ottimale qui. Può anche essere accoppiato con la caffeina per un effetto sinergico che consente l'effetto di veglia della caffeina con minori possibilità di effetti collaterali come ansia e preoccupazione.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di l-theanine

Panax Ginseng

Il ginseng è diventato un integratore sempre più popolare nel mondo nootropico (potenziamento cognitivo). Il ginseng Panax, a volte indicato come "True Ginseng", è il tipo di ginseng più ricercato, quindi è su questo che baseremo la nostra analisi.

I risultati di uno studio particolare hanno mostrato notevoli miglioramenti nei punteggi di due ben noti test cognitivi nel campo della psicologia; l'attività di sottrazione Serial Threes e Rapid Visual Information Processing Task. Tutto il compito di sottrazione è che il soggetto deve eseguire il conto alla rovescia da 100 per conteggi di 7.

Entrambi sono stati accompagnati da una scala visiva della fatica mentale. Insieme ai migliori punteggi cognitivi, i soggetti si sentivano molto meno affaticati secondo la scala visiva della fatica mentale [18].

Quanto prendere:

Prendi 400mg per vedere la maggior quantità di benefici cognitivi.

Correlato: il nostro elenco dei i migliori integratori di ginseng

Avvolgendolo tutto

Bene, ecco i supplementi 8 per aiutarti a portare i tuoi giochi al livello successivo e portare a casa il titolo! In sintesi, ecco le variabili più importanti che questi supplementi aiuteranno a migliorare:

  • Tempo di reazione
  • Memoria percettiva
  • Memoria di lavoro
  • Ansia
  • Prestazioni attoriali visive / elaborazione delle informazioni
  • stanchezza
  • Cognizione
  • Tasso di apprendimento
  • Consolidamento della memoria
  • Velocità di calcolo
  • Precisione

Ora vai là fuori e vinci tutto!

Ⓘ Eventuali prodotti integrativi specifici e marchi presenti in questo sito Web non sono necessariamente approvati da Zachary.

Referenze
  1. Il primo videogioco? (Nd). Recuperato da https://www.bnl.gov/about/history/firstvideo.php
  2. Martoncick, M. (2015). E-Sports: giocare solo per divertimento o giocando per soddisfare gli obiettivi della vita? Journal of Computers in Human Behavior, 48, 208-211.
  3. Palaus, M., Marron, EM, Viejo-Sobera, R., e Redolar-Ripoll, D. (2017). Base neurale del videogioco: una revisione sistematica. Frontiere nella neuroscienza umana, 11. doi: 10.3389 / fnhum.2017.00248
  4. Adan, A., e Serra-Grabulosa, JM (2010). Effetti della caffeina e del glucosio, da soli e combinati, sulle prestazioni cognitive. Psicofarmacologia umana: clinica e sperimentale, 25 (4), 310-317. doi: 10.1002 / hup.1115
  5. Kellman, PJ (2002). "Apprendimento percettivo". In Pashler, H., Gallistel, Manuale di R. Stevens di Psicologia sperimentale. 3: Apprendimento, motivazione ed emozione (3rd ed.). New York: Wiley. doi: 10.1002 / 0471214426.pas0307
  6. Mednick, SC, Cai, DJ, Kanady, J., e Drummond, SP (2008). Confrontando i benefici della caffeina, dei sonnellini e del placebo sulla memoria verbale, motoria e percettiva. Ricerca sul cervello comportamentale, 193 (1), 79-86. doi: 10.1016 / j.bbr.2008.04.028
  7. Kanowski, S., Herrmann, W., Stephan, K., Wierich, W., e Hörr, R. (1997). Prova dell'efficacia dell'estratto speciale di Ginkgo biloba EGb 761 in pazienti ambulatoriali che soffrono di demenza degenerativa primaria da lieve a moderata di tipo Alzheimer o demenza multi-infartuale. Fitomedicina, 4(1), 3-13. doi:10.1016/s0944-7113(97)80021-9
  8. Materiale supplementare per gli effetti dello stress acuto sulla memoria episodica: una meta-analisi e una revisione integrativa. (2017). Bollettino psicologico. doi: 10.1037 / bul0000100.supp
  9. Gezova, D., Duncko, R., Lassanova, M., Kriska, M., & Moncek, F. (2002). Riduzione dell'aumento della pressione arteriosa e rilascio di cortisolo durante lo stress dall'estratto di ginkgo biloba (EGN 761) in volontari sani. Journal of Physiology and Pharmacology, 53 (3), 337-348.
  10. Miyake, A .; Shah, P., eds. (1999). Modelli di memoria di lavoro. Meccanismi di manutenzione attiva e controllo esecutivo. Cambridge University Press.
  11. Narendran, R., Frankle, WG, Mason, NS, Muldoon, MF, e Moghaddam, B. (2012). Miglioramento della memoria di lavoro, ma nessun effetto sul trasportatore monoionico striatale di tipo mononina 2 dopo l'integrazione con acidi grassi polinsaturi Omega-3. PLoS ONE, 7 (10). doi: 10.1371 / journal.pone.0046832
  12. Parker, AG, Gordon, J., Thornton, A., Byars, A., Lubker, J., Bartlett, M.,. . . Kreider, RB (2011). Gli effetti di IQPLUS Concentrarsi sulla funzione cognitiva, sull'umore e sulla risposta endocrina prima e dopo l'esercizio acuto. Journal of International Society of Sport Nutrition, 8(1), 16. doi:10.1186/1550-2783-8-16
  13. Stough, C., Lloyd, J., Clarke, J., Downey, LA, Hutchison, CW, Rodgers, T. e Nathan, PJ (2015). Errato a: Gli effetti cronici di un estratto di Bacopa monniera (Brahmi) sulla funzione cognitiva in soggetti umani sani. Psychopharmacology, 232(13), 2427-2427. doi:10.1007/s00213-015-3965-3
  14. McGaugh, JL (2000). "La memoria: un secolo di consolidamento". Scienza. 287 (5451): 248-251. doi: 10.1126 / science.287.5451.248. PMID 10634773.
  15. Darbinyan, V., Kteyan, A., Panossian, A., Gabrielian, E., Wikman, G., & Wagner, H. (2000). Rhodiola rosea nella fatica indotta dallo stress - Uno studio crossover in doppio cieco di un estratto standardizzato SHR-5 con un regime ripetuto a basse dosi sulle prestazioni mentali di medici sani durante il servizio notturno. Fitomedicina, 7(5), 365-371. doi:10.1016/s0944-7113(00)80055-0
  16. Shevtsov, V., Zholus, B., Shervarly, V., Volskij, V., Korovin, Y., Khristich, M.,. . . Wikman, G. (2003). Uno studio randomizzato di due diverse dosi di un estratto di Rhodiola rosea SHR-5 versus placebo e il controllo della capacità per il lavoro mentale. Fitomedicina, 10(2-3), 95-105. doi:10.1078/094471103321659780
  17. Higashiyama, A., Htay, HH, Ozeki, M., Juneja, LR, & Kapoor, MP (2011). Effetti della l-teanina sull'attenzione e sulla risposta del tempo di reazione. Journal of Functional Foods, 3 (3), 171-178. doi: 10.1016 / j.jff.2011.03.009
  18. Reay, JL, Kennedy, DO, & Scholey, AB (2006). Effetti del Panax ginseng, consumato con e senza glucosio, sui livelli di glucosio nel sangue e sulle prestazioni cognitive durante i compiti "mentalmente impegnativi" sostenuti. Journal of Psychopharmacology, 20 (6), 771-781. doi: 10.1177 / 0269881106061516

Foto di riserva da Gorodenkoff / Shutterstock

Iscriviti per aggiornamenti

Ricevi aggiornamenti su supplementi, notizie, omaggi e altro!

Qualcosa è andato storto. Si prega di controllare le voci e riprovare.

Condividi questo post!

Questo post è stato utile?
Facci sapere se ti è piaciuto il post. Questo è l'unico modo in cui possiamo migliorare.
8
non0

Lascia un tuo commento





Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Circa l'autore

Zachary MacDonald, MS.

Zachary MacDonald, MS.

Zachary MacDonald è un professionista del fitness con un Master presso l'Università di Tampa in Exercise & Nutrition Science. È un personal trainer certificato con la National Academy of Sports Medicine (NASM), nonché un bodybuilder amatoriale nel National Physique Committee, la più grande organizzazione amatoriale mondiale di bodybuilding! Email Zachary.